Il greenpass: autobiografia di una nazione.

Il greenpass: autobiografia di una nazione.

Esattamente come diceva Gobetti a proposito del fascismo.

Questo istituto non è certo solo un’imposizione di un governo antidemocratico ad un popolo che non la desidera.

Tutto al contrario, al popolo é stato fatto un lavaggio del cervello tale negli ultimi due anni che il passaporto verde lo desidera proprio e ci crede con tutto se stesso, probabilmente perché ha bisogno di credere in qualcosa, per quanto assurdo sia.

«Io gestisco così la mia vita, lo chiamo green pass dei piccoli circuiti sociali. Se invito da me, i non vaccinati non entrano. Se sono io ad essere ospite, mi accerto che i convitati siano muniti di passaporto verde, altrimenti mi dispiace, non vado»

https://bit.ly/3Dymcc3

🔥👉 Ti é piaciuto il post? 1️⃣Iscriviti al blog per ricevere tutti i post futuri e 2️⃣ condividi il post in tutti i modi che preferisci. Sei il benvenuto/a!

Pubblicato da Tiziano Solignani

counselor, professional coach, avvocato

Unisciti alla discussione

2 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: